Notaio roma » Albo nazionale notai e albo notai Roma

Albo nazionale notai e albo notai Roma

Come trovare un professionista

Albo nazionale notai albo notai roma
Albo nazionale notai albo notai roma

Il miglior modo per trovare un notaio professionista è quello di consultare l’albo nazionale notai e l’albo notai Roma. L’albo contiene l’elenco di tutti i notai che lavorano sul territorio e sono iscritti all’Ordine dei Notai e garantisce l’organizzazione del lavoro del notaio assieme al consiglio notarile di Roma.

Chiunque voglia esercitare la professione di notaio nel rispetto della normativa vigente deve iscriversi all’albo o ordine dei notai, ma anche rinnovare nel tempo l’appartenenza all’ordine sulla base di determinati requisiti. Non solo: l’aspirante notaio è chiamato a iscriversi al registro dei praticanti tenuto dal consiglio notarile presentando ogni due mesi un attestato che certifica lo svolgimento dell’attività notarile.

Con il superamento del concorso pubblico il notaio potrà entrare nell’albo nazionale notai e nell’albo notaio Roma ed esercitare la libera professione a tuti gli effetti, lavorando sulla base dei criteri previsti dalla vigente normativa italiana.

Infine, il notaio viene assegnato ad una determinata sede mediante decreto del Ministero di Giustizia e con un documento pubblicato anche sulla Gazzetta Ufficiale ed è suo compito prendere servizio in tale sede nei tempi e modalità descritti dalla legge. Al contempo, il notaio giura presso il Tribunale e versa una cauzione, anche se oggi i servizi notarili sono tutelati da un’assicurazione collettiva stipulata dal Consiglio Nazionale del Notariato.

Al termine delle formalità il consiglio offre al notaio il sigillo e in tal momento il notaio deposita la sua firma e l’impronta del sigillo. Per lavorare, infine, il notaio deve aprire lo studio nel luogo della sede e conservare in esso atti, registri e repertori notarili oltre a iscriversi al ruolo nel distretto di appartenenza.

Albo nazionale notai: il ruolo del consiglio notarile

L’iscrizione all’albo notai Roma dipende dal Consiglio Notarile, organo della pubblica amministrazione direttamente controllato dal Ministero di Giustizia. I compiti e le attività di questo organo sono disciplinati dalla legge del notariato risalente al 1913, che in questo secolo si è via via adeguata ai cambiamenti sociali ed economici del Paese. Tre sono i settori di attività del Consiglio Notarile:

  • vigilare su notai e praticanti e, nel caso fossero individuare attività non conformi alla legge, presenta un’azione disciplinare presso la Commissione Regionale di Disciplina. Oltre a questo verifica lo svolgimento del tirocinio dei praticanti e disciplina le contestazioni tra due notai o fra notai e terze parti;
  • vigilare sull’efficienza del servizio notarile e concedere i permessi di assenza senza i quali il notaio non può sospendere l’attività, ma anche offrire pareti su questioni che riguardano il notariato e registrare notai e sedi;
  • formare, aggiornare e divulgare organizzando eventi di formazione, approfondimento e studio e occupandosi di promuovere iniziative che valorizzano il ruolo del notaio sul territorio.

Albo notai: la redazione dell’atto notarile

Solo i notai iscritti all’albo nazionale possono redigere atti notarili e proprio la preparazione dell’atto notarile rappresenta la principale attività di questo professionista. Solo un notaio può dare ai documenti valore probatorio ed esecutivo e non si tratta di un procedimento semplice. Per redigere un atto notarile, il notaio iscritto all’albo a Roma segue più fasi:

  • consultazione;
  • raccolta di informazioni;
  • redazione della bozza;
  • redazione dell’atto vero e proprio.

Oltre a questo chi svolge la professione di notaio si occupa della trasmissione ai registri e della conservazione dei documenti nel suo studio.

Notaio a Roma: la scrittura privata

Oltre alla redazione dell’atto notarile per esempio per acquisto prima casa, i privati si rivolgono agli studi dei notai anche per le azioni legali per cui è sufficiente la preparazione di una scrittura privata. Questo documento richiede meno formalità ed è decisamente più economico, dato che consiste in un semplice documento scritto che non deve essere firmato dal notaio. La scrittura privata si usa n particolare per la stipula di contratti di locazione e l’accordo di prestiti tra privati.

Nel caso di liquidazione di successione e redazione del testamento, invece, il documento richiesto è l’atto notarile vero e proprio. In ogni caso, il consiglio è consultare uno studio di notai a Roma iscritti all’albo per trovare di volta in volta la soluzione più adatta alle proprie esigenze e ottenere un parere da professionisti del settore.

Contattaci subito per una consulenza gratuita

Invia un messaggio via email o Whatsapp  oppure chiama i nostri numeri per una
consulenza rapida e non impegnativa per trovare il tuo notaio a Roma!

Chiama o scrivi su whatsapp

Invia una email per informazioni

Torna su